Unità di cure palliative domiciliari

SSN Prestazione erogata anche con il Servizio Sanitario Nazionale

A chi è rivolto il servizio?

L’UCP-DOM, l’Unità di Cure Palliative Domiciliari si rivolge a pazienti con qualsiasi malattia evolutiva e cronica in fase avanzata, quindi non solo affetti da malattie oncologiche, ma anche da malattie neurologiche, respiratorie e cardiologiche.

Le cure palliative hanno l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie e sono da attivare quando i sintomi fisici e psicologici generano sofferenza nel malato e nella famiglia. Una tempestiva attivazione permette un migliore controllo del dolore e la costruzione di un più intenso rapporto di fiducia tra il malato, i suoi familiari e l’équipe. Un’attivazione precoce consente inoltre un migliore accompagnamento del malato nel percorso di malattia e di terminalità.

Dove è attivo il servizio ADI?

Il servizio è attivo nel Distretto di Saronno e nel Distretto di Como Sud-Ovest.

Le cure domiciliari sono gratuite e fornite in regime diurno e notturno. È possibile richiedere il servizio in regime di solvenza. Non possono accedere alle cure domiciliari gratuite (erogate con il Sistema Sanitario Nazionale) i cittadini che sono già ospiti di RSA o HOSPICE.

Come si accede al servizio?

La richiesta di accesso al servizio deve essere fatta da:

  • il Medico specialista, che ha in carico il paziente in ospedale;
  • il Medico di medicina generale;
  • il Medico delle case di riposo (RSA) che ha in cura il paziente;
  • il paziente o i suoi familiari;
  • l’ assistente sociale del Comune;
  • gli operatori dell’Unità di valutazione ADI dell’ASST.

Il servizio prevede un colloquio iniziale con i familiari e, se possibile, con la persona ammalata, entro le 24 ore dalla segnalazione. La prima visita al domicilio viene garantita entro 48 ore dal primo colloquio e la redazione del P.A.I. (Piano di Assistenza Individualizzato) entro le 72 ore dalla prima visita.

Quali sono le prestazioni che vengono offerte?

E’ garantito un percorso di cura e la fornitura del materiale sanitario (salvo i presidi già forniti singolarmente direttamente dalla ASST) grazie alla multidisciplinarietà di operatori professionalmente qualificati.

Vengono erogate:

  • Prestazioni infermieristiche occasionali e limitate nel tempo (es. prelievi ematici, cambi catetere, clismi, somministrazione farmaci, medicazioni, terapia infusiva…);
  • Prestazioni infermieristiche prolungate nel tempo (es. medicazioni piaghe da decubito, terapia infusiva, bendaggi, medicazioni ulcere vascolari e diabetiche… );
  • Trattamenti fisioterapici per migliorare o recuperare la deambulazione, interventi di educazione sanitaria per utilizzo ausili, deambulazione assistita;
  • Prestazioni socio-assistenziali per l’igiene personale, aiuto vestizione;
  • Interventi di educazione sanitaria per medicazioni semplici o per interventi di mobilizzazione attiva/passiva;
  • Mantenimento della presa in carico degli utenti, da parte dello stesso personale, per tutta la durata del trattamento;
  • Rapporti con il Medico di Medicina Generale per definire il piano di intervento o per modificarlo, se necessario;
  • Orientamento e consigli ai familiari da parte di tutte le figure professionali, per ottenere protesi e ausili necessari, o per usufruire dei servizi territoriali al fine di sollevare la famiglia dal carico assistenziale;
  • Prestazioni mediche;
  • Terapia del dolore;
  • Sedazione;
  • A seguito di eventuali richieste specifiche da parte della famiglia, colloquio assistenziale e spirituale.

Com’è strutturato il servizio?

L’assistenza presso il domicilio da parte dell’equipe UCP-DOM è garantita in maniera continuativa 7 giorni su 7, 24 ore su 24.

La Segreteria UCP-DOM è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 e alle ore 20.00, sabato dalle ore 7.00 alle ore 13.00. Negli orari di chiusura della Segreteria UCP-DOM è attiva una segreteria telefonica raggiungibile al numero 02/962.82.216 con possibilità di accoglimento dei messaggi dei pazienti.


Équipe

Responsabile: Dr. Pasquale Cannatelli